La Vuelta femenina

Ieri è andata in scena la Madrid Challenge by La Vuelta, la corsa proposta dagli organizzatori del GT spagnolo per il ciclismo femminile. Una classica che consiste nella ripetizione di un circuito nelle vie principali della capitale iberica, sulla falsariga de La Course by Le Tour de France (almeno fino allo scorso anno). Un criterium praticamente. Questo però non è sufficiente e, continuando il discorso iniziato con I passi in avanti necessari al ciclismo femminile, mi sono adoperato per preparare una proposta: una corsa a tappe di cinque giorni nei dintorni di Madrid, cercando così di minimizzare trasferimenti e costi. Vorrei sottolineare che questo progetto è stato ideato per essere il più conservativo possibile, cioè per far vedere che non serve fare pazzie per organizzare un evento del genere. Inoltre il percorso è variegato e totalmente fattibile, senza salite impossibili (Angliru, Bola del Mundo ecc…) o idee troppo azzardate. Ovviamente si potrebbe fare (molto) di meglio, con più giorni e più comunità toccate, ma ripeto che ho voluto evitare eccessi per far vedere che non servirebbero sforzi enormi. Passiamo alla presentazione del tracciato.

Tappa 1 | Collado Villalba ITT – mappa interattiva

Collado Villalba ITT Vuelta femenina

https://ridewithgps.com/routes/full/25145799.png?secret_hash=343621a70209f5e933ebfcc305ae6d3e5e9be54b

Crono pianeggiante di media lunghezza per aprire la corsa. I distacchi potrebbero essere già importanti, con le scalatrici che saranno costrette a rincorre e ad attaccare fin da subito.

Tappa 2 | Los Angeles de San Rafael – mappa interattiva

Los Angeles de San Rafael Vuelta femenina

https://ridewithgps.com/routes/full/25144067.png?secret_hash=2e7141cc68d5cc070fbc98c261fcae3b98a44081

Alla prima in linea subito montagna. Profilo nettamente diviso in due: una prima parte facile passando per la bella Segovia e gli ultimi 50 km molto impegnativi. Queste sono le salite più lunghe della corsa, quindi le scalatrici dovranno attaccare per recuperare il tempo perso il primo giorno.

Finale Los Angeles de San Rafael Vuelta femenina 2
Dettaglio del finale. Profili delle salite di altimetrias.net

Il finale è molto simile a quello della Valladolid – Los Angeles de San Rafael della Vuelta 1997, con vittoria di José Maria Jiménez – video. Le pendenze non sono impossibili, ma sufficienti ad aprire buoni distacchi. Il Puerto del León verrà superato a 17 km dal traguardo, quindi bisognerà avere le gambe per poter portare l’azione fino in fondo. Si dovrebbe assistere ad inseguimenti interessanti, con gli ultimi due strappi che potrebbero rimescolare le carte.

Tappa 3 | Las Rozas – San Lorenzo de El Escorial – mappa interattiva

Las Rozas - San Lorenzo de El Escorial Vuelta femenina.gpx

https://ridewithgps.com/routes/full/25145004.png?secret_hash=d07d81ad04093ed78404a511e038e31590735bc7

Frazione molto insidiosa, probabilmente la più dura della corsa.

Zona intermedia Las Rozas - San Lorenzo de El Escorial Vuelta femenina 2
Dettaglio della parte centrale. Profili delle salite di altimetrias.net e 39x28altimetrias

La zona intermedia è particolarmente complicata e perfetta per chi vuole ribaltare la classifica, con ben 4 GPM in sequenza. Il più duro è senza dubbio El Carrascal, con punte vicine al 14%. Si scollinerà a 41 km dal traguardo e qui potrebbe partire un attacco importante.

https://unavueltamejor.files.wordpress.com/2013/04/detalle-final-escorial1.png?w=1024&h=437
Dettaglio del finale di Plataforma Recorridos Ciclistas

La corsa si deciderà probabilmente sulla salita di Pinar Abantos che presenta un terribile tratto di 800 metri al 14,5%, la Cañada Nueva (finale di una tappa della Vuelta 2011video). La corsa non è però finita, con un tratto in falsopiano in cui ci saranno inseguimenti e lo strappo finale verso il Monastero di El Escorial, con 1100 metri di pavé, incoronerà la vincitrice.
Il finale è identico a quello proposto da Plataforma Recorridos Ciclistas per la Clásica 7 Estrellas, una delle loro tante idee geniali.

Tappa 4 | Fuenlabrada – Toledo – mappa interattiva

Fuenlabrada - Toledo Vuelta femenina

https://ridewithgps.com/routes/full/25145427.png?secret_hash=6f1739f96c221711d224c45e92cec855cb022465

Si cambia di nuovo stile di tappa, con un finale da classica. Fino al primo passaggio sotto il traguardo il percorso sarà principalmente pianeggiante, con anche possibilità di ventagli.

Finale Toledo Vuelta femenina

Il circuito è composto dalla salita del Cerro de los Palos, dallo strappo verso il Parador di Toledo (700 m al 6,4%) e quello verso il traguardo (500 m al 6,6%). Senza molto respiro, dovrebbe dare un bello spettacolo.

Tappa 5 | Madrid – mappa interattiva

Madrid Vuelta femenina

https://i1.wp.com/www.letour.fr/PHOTOS/MDC/2016/100/CARTE.jpg

Lo stesso circuito dell’attuale Madrid Challenge come passerella finale e unica opportunità per le sprinter.

***

Il percorso offre opportunità a più tipi di cicliste ed è piuttosto impegnativo, come richiesto in più occasioni dalle stesse atlete: più volte infatti si sono lamentate della mancanza di durezza dei tracciati, come ad esempio a La Course di quest’anno, che contava solamente 67 km.

Da notare che tutte le città di partenza e arrivo hanno ospitato in più occasione eventi ciclistici e quindi potrebbero essere interessate a farlo nuovamente. Ovviamente altre località potrebbero albergare partenza e/o arrivo, come Avila, Colmenar Viejo o, allontanandosi di più, Cuenca, Plasencia, Bejar ecc…

Unipublic e ASO possono e devono fare di più.

Raffaele Filippetti (@raffilpt)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...